pinterest-1084757_960_720

Pinterest Business… alzi la mano chi lo conosce?

Se ti stupisce la domanda, e soprattutto se lo utilizzi, sei tra i pochi italiani a farlo. Eh sì, perché Pinterest è uno tra i social network meno conosciuti ed utilizzati in Italia: 1.4 milioni di utenti a dispetto dei 25 milioni di italiani che utilizzano invece Facebook.

Trovare chi lo utilizza per affari, poi, è come cercare una chimera.

Quando ho iniziato a lavorare come assistente virtuale mi sono ritrovata spesso a parlare con clienti che ne erano totalmente all’oscuro, o se l’avevano sentito nominare, lo ritenevano un social network femminile che poco poteva portare al loro business. Niente di più sbagliato!

In America Pinterest ha battuto quasi ogni record, in pochissimo tempo è diventato il terzo social più seguito e frequentato, e conta ormai più di 70 milioni di iscritti. Un ottimo mercato direi!

Ma partiamo dalle basi: Pinterest è un social network per lo più visivo, ossia basato su immagini. A queste immagini però è possibile collegare, tramite un link, un contenuto (un articolo del nostro blog, una pagina del nostro sito, un articolo in vendita, etc.)

Queste immagini (i “pin”) vengono organizzati in bacheche (“board”) a seconda di ciò che le accomuna (argomento trattato, colore, area di interesse, e cosi via.)

Scopo del social network è far girare e conoscere i propri contenuti o prodotti e far arrivare traffico nuovo al proprio sito, e per riuscirci è necessario “pinnare” (caricare foto nuove legate al sito o blog) e “ripinnare” (condividere e salvare nelle proprie bacheche pin di altri pinners che siano inerenti all’immagine che vogliamo dare al nostro business).

Quindi tutti su Pinterest? No!!

Come per tutti i social network, come assistente virtuale consiglio sempre un’analisi preventiva per capire se è il canale che fa per i miei clienti, se ne vale la pena e non rischia di rivelarsi una perdita di tempo e spreco di energie.

Per analizzare l’utilità di questo social per i nostri affari, bisogna, ad esempio, tenere presente che l’80% degli utenti di Pinterest sono donne, quindi ovviamente un business la cui clientela è prettamente femminile avrà un ottimo riscontro. Fashion, beauty, baby e food sono infatti i campi più sviluppati e frequentati, anche se ultimamente si stanno ampliando anche i settori legati a tecnologia e design

Altro punto importante da tenere in considerazione è la grande espansione che Pinterest ha in alcuni paesi esteri (tra i quali USA e India), aspetto che lo rende assolutamente appetibile per quelle aziende o quei professionisti che vogliano aprire il proprio mercato verso questi paesi

Una volta analizzato e stabilito che Pinterest fa per noi, si inizia!

Come assistente virtuale apro sempre ai miei clienti un profilo business (funzionalità presente non da tantissimo tempo, quindi se per caso per la tua attività avevi già aperto un profilo personale, nessun problema, a questo link potrete convertirlo in uno business.. ci vuole un attimo!)

Il profilo business non si differenzia molto da quello personale, per il momento, ma si annunciano nuove funzionalità. Attualmente il plus sostanziale del profilo business è la possibilità di fare campagne e promozione di pin, collegare il sito e avere dati analitici sul traffico da e per il proprio sito, avere l’analisi dei pin con più successo e monitorare i gusti e le tendenze, così da poter avere una visione chiara dell’andamento del proprio profilo business e perché no, imparare da chi sta utilizzando questo social con successo!

E tu, utilizzi Pinterest Business? Cosa ne pensi? Ti è utile per la tua attività? Vorrei conoscere le tue esperienze! Scrivimi nel box qui sotto e potremo confrontarci su come poter utilizzare Pinterest al meglio.

The following two tabs change content below.
Italiana, attualmente residente in Repubblica Dominicana, lavoro come assistente virtuale dal 2012 per aziende e professionisti italiani, dominicani, inglesi, americani e spagnoli. Nel 2014 decido di fondare la RF Sin Fronteras, azienda di assistenza virtuale e servizi online, il cui scopo principale e’ quello di offrire ai clienti un servizio professionale piu’ ampio ed articolato, grazie alla collaborazione con webmaster, grafici, esperti di marketing e traduttori. RF sono le iniziali del mio nome mentre Sin Fronteras condensa la visione aziendale e mission nei confronti dei clienti: il grande sviluppo di internet ha fatto cadere le frontiere del business, ha aperto i mercati a livello globale e noi vogliamo supportare e sostenere le aziende e i professionisti aiutandoli a sfruttare le potenzialita’ della rete e incrementare il loro potenziale.