linkedinCos’è Linkedin

Quando parliamo di Linkedin facciamo riferimento ad uno strumento di comunicazione che mette in relazione la popolazione lavorativa al fine di facilitare i contatti di lavoro.

Si tratta di una piattaforma di social networking che si va sempre più diffondendo ed affermando come punto di riferimento in ambito professionale.

Fornisce sempre nuovi servizi per aumentare la propria efficienza ed utilità per diventare la più grande community mondiale in ambito professionale.

Il mio profilo Linkedin mi permette di entrare in contatto con le persone che voglio incontrare – non solo in modo virtuale ma anche reale – con la mia nicchia, il mio target di riferimento.

Come Assistente Virtuale è importante che chi visita il tuo profilo abbia subito chiaro cosa fai, per chi lo fai e perché quello che fai può essere utile per loro.

Come rendere più agevole l’uso di Linkedin?

Alcuni suggerimenti utili per usare Linkedin, oltre a scrivere un profilo chiaro ed esaustivo e rivolto al proprio target, riguardano alcuni consigli su come rendere più agevole di questo social network:

  • disattiva le notifiche dei gruppi: consente di non avere un messaggio email per ogni attività del gruppo e rischiare di ritrovarsi l’email intasata di notizie non troppo utili per il proprio lavoro e che anzi possono rendere più difficile far risaltare queste ultime. Si può fare andando a modificare le impostazioni di ogni singolo gruppo.
  • disattiva le notifiche dei tuoi aggiornamenti: se non lo fai tutti i tuoi contatti riceveranno un avviso ogni volti che cambi qualcosa nel tuo profilo. Non è utile e può risultare fastidioso.
  • nascondi i concorrenti: quando qualcuno visita il tuo profilo in alto a destra appare una finestrella dove scorrono le persone con la tua stessa qualifica. E’ possibile disattivare questa funzione andando a modificare il profilo e disattivando il modulo corrispondente.

Che informazioni mi dà Linkedin?

Usando bene Linkedin posso ottenere informazioni importanti che riguardano il mio pubblico ed i miei contatti.

Andando infatti nella sezione “Chi ha visitato il mio profilo?” e poi su “mostra grafici” ottengo tre tab con una serie di indicazioni su chi si è interessato ultimamente al mio profilo.

Nella prima sezione vengono indicate il numero delle visualizzazioni settimanali e il numero delle azioni da me effettuate nello stesso periodo.

Questo ci permette di mettere in relazione questi due dati per osservare cosa accade quando variano.

Noteremo che i due dati sono direttamente proporzionali, dunque per aumentare le visualizzazioni e farci conoscere dovremo gestire con cura le attività che andiamo a svolgere all’interno di Linkedin.

Per “azioni effettuate” possono intendersi ad esempio consigliare e condividere aggiornamenti e articoli ed aggiungere nuove connessioni.

Ricordiamo che Linkedin è uno strumento per il social networking, pertanto più azioni faccio, più le visite al mio profilo aumentano.

Dalla seconda sezione ottengo informazioni su dove lavorano e dove vivono le persone che hanno visitato il mio profilo.

Questo dato relativo alla geografia delle nostre connessioni ci aiuta a capire come ampliare il network e quindi dove sviluppare il nostro business sia in termini di località che in termini di aziende e tipologie di professionisti.

Nella terza sezione vengono indicate le qualifiche ed i settori lavorativi dei nostri visitatori. Le informazioni fornite da questo tab ci fanno capire se chi visita il mio profilo sono le persone che appartengono al mio target di riferimento e con le quali voglio  mettermi in contatto per una eventuale collaborazione lavorativa.

Osservare attentamente questi dati ci consente di farci un’idea di come ci collochiamo all’interno di Linkedin e di elaborare una strategia per migliorare la nostra situazione attuale.

Costruire una rete fatta di miei potenziali clienti mi aiuta a ottenere maggiori risultati in tempi più brevi.

Come posso organizzare i miei collegamenti?

Selezionando il menu “contatti” posso avere una panoramica di come è composto il mio network.

Ottengo infatti l’elenco delle persone con le quali sono connesso e a sinistra una serie di strumenti per gestire le mie connessioni.

Cliccando sulla singola persona ottengo un riassunto di chi è e cosa fa e i dati per contattarla.

In questa sezione è bene non sottovalutare la possibilità di etichettare i miei collegamenti usando “modifica tag”. Questo consente di organizzare i propri contatti in base alle informazione che sono più utili, che possono essere l’azienda, la collocazione geografica, il settore in cui lavora, e così via.

Etichettare i tuoi contatti ti permetterà di vedere quante persone di un’azienda, un’area geografica o che svolgono un certo tipo di lavoro ci sono nel tuo network.

E’ possibile a questo punto creare dei sottoinsiemi di persone classificandole in base a informazioni che sono utili per sviluppare la mia attività se ad esempio voglio fare delle azioni di marketing.

Come vedi Linkedin ci offre tante opportunità che spesso ignoriamo finendo per sfruttare soltanto una piccola parte delle tante potenzialità di uno strumento davvero utile ed interessante.

Per ulteriori approfondimenti, ti suggerisco questo podcast: Vendere con Linkedin.

E tu come utilizzi Linkedin?

The following two tabs change content below.
Assistente Virtuale. Collaboro con professionisti e piccoli imprenditori da remoto e per incarichi, dandogli la possibilità di dedicare più tempo alla loro attività principale per raggiungere più agevolmente i loro obiettivi lavorativi. Autonomia, versatilità e continuo aggiornamento sono le caratteristiche che rendono il mio lavoro appassionante e stimolante.

Latest posts by ileniafiliaggi (see all)