cambiare lavoro

Si parla insistentemente di lavoro, soprattutto di lavoro che non c’è, e poi di crisi, e quella sì che c’è!

Aumento della disoccupazione, innalzamento dell’età pensionabile e diminuzione dell’entità di questa, ingresso nel mondo del lavoro sempre più ritardato, e chi più ne ha più ne metta!

Accendere la televisione e leggere le notizie su Internet di prima mattina non ci aiutano ad iniziare bene la giornata! Ci suggeriscono di metterci subito in uno stato di preoccupazione, ansia e turbamento che ci accompagneranno per tutta la giornata amplificandosi e rovinando ogni momento che potevamo goderci e di cui gioire. Sì, perché è inutile negarlo siamo bravi a complicarci la vita e metterci subito in uno stato negativo anche senza nessuna ragione.

E se da ogni crisi nascesse un’opportunità?

Il pensiero di Einstein sulla crisi mi ha sempre affascinato e stimolato a non arrendermi.

Le situazioni difficili ci aiutano a migliorare in ogni campo e quindi anche in quello lavorativo. E’ nei momenti difficili che troviamo quel coraggio in più che ci permette di “buttarci” in qualcosa di nuovo, di superare le paure e le situazioni di comodo che ci impediscono addirittura di ottenere di più e fare meglio.

Dalle situazioni ormai statiche e che vanno superate nascono nuove opportunità e possiamo vederlo ogni giorno.

Pensiamo alle nuove professioni che si vanno delineando. La famigerata crisi ha mandato a casa tanta gente ma nello stesso tempo ha favorito lo sviluppo di nuove professioni legate prevalentemente al mondo del web.

Professioni come la nostra, quella dell’assistente virtuale, che ci consente di lavorare al meglio e rispettando le nostre esigenze personali e familiari. E non è una cosa da poco.

Si parla di flessibilità che aumenta la produttività, di smart working o lavoro agile perché in un ambiente meno ostile si è più efficienti e felici, di far sentire a proprio agio il lavoratore perché così sarà anche più performante.

Il lavoro di assistente virtuale secondo me racchiude tutto questo e offre anche molto di più.

Assistente virtuale, lavoro del futuro

Trovo che i vantaggi di un’assistente virtuale siano davvero tanti e non soltanto per chi esercita questa professione ma anche per chi se ne avvale.

A noi che siamo assistenti virtuali:

  • consente di concentrarci sulle proprie competenze e necessità, sia che si desideri lavorare in mobilità o che si voglia stare a casa con i propri figli senza rinunciare al lavoro
  • ci permette di scegliere quali servizi offrire in base alle nostre competenze e preferenze sia che si tratti di blogging, grafica, copywriting o servizi più tradizionali
  • la flessibilità tanto decantata qui proprio non manca
  • ci offre numerose possibilità di crescita ed espansione
  • ci insegna ad affrontare le sfide e a vivere in prima persona il fatto che nulla è impossibile

Naturalmente anche le persone con le quali lavoriamo trarranno importanti vantaggi dalla nostra collaborazione:

  • avranno a disposizione non una mera segretaria ma una manager capace di consigliarli e dare utili suggerimenti
  • avranno la possibilità di utilizzare i nostri servizi sia in modo continuativo che spot, a seconda di quelle che sono le esigenze del  momento
  • impareranno a delegare e si accorgeranno di risparmiare tanto tempo
  • capiranno presto che il loro interesse è anche il nostro interesse e i suoi obiettivi sono i nostri obiettivi

Direi che il nostro è un lavoro in linea con i cambiamenti e che addirittura li anticipa. Non sono molte le persone che fanno un lavoro che amano, possono farlo la dove vogliono, quando vogliono e senza sacrificare le necessità personali e familiari.

Che ne pensate? Siete d’accordo nel definire l’assistente virtuale un lavoro del futuro?

The following two tabs change content below.
Assistente Virtuale. Collaboro con professionisti e piccoli imprenditori da remoto e per incarichi, dandogli la possibilità di dedicare più tempo alla loro attività principale per raggiungere più agevolmente i loro obiettivi lavorativi. Autonomia, versatilità e continuo aggiornamento sono le caratteristiche che rendono il mio lavoro appassionante e stimolante.