contrattare assistente virtuale

Un’Assistente Virtuale può essere fondamentale per liberi professionisti e PMI

Si è soliti pensare che la figura di Executive/Personal Assistant sia una prerogativa delle grandi società strutturate, mentre chi possiede una piccola/media azienda  cerca di arrangiarsi al meglio, portando avanti da sé le incombenze quotidiane tipiche del lavoro di ufficio. Ciò significa tuttavia rimetterci molto tempo per quelle attività che invece non sono tipiche di un imprenditore, il quale ha come obbiettivo principale lo sviluppo e la crescita del proprio business.

Grazie ad Internet sono nate una serie di nuove attività che hanno inevitabilmente portato dei cambiamenti nel modo di lavorare, sia per chi le fa,  che per chi le utilizza.

L’Assistente Virtuale è una di queste nuove professioni emergenti, una professionista che può offrire un supporto di alto livello proprio a chi ha sempre pensato di non poterselo permettere. La tipologia di servizi offerti da una AV è varia, può derivare sia dalle competenze pregresse, che da quelle conseguite “sul campo”: in ogni modo, si può comunque essere certi della qualità del lavoro, perché una AV è una libera professionista che vive della propria attività e deve quindi garantirne il valore.

Lavorare con una AV può realmente rivoluzionare la routine quotidiana di un imprenditore/libero professionista di una piccola/media azienda, abituato a fare tutto da sè.

Partendo dal presupposto che una AV è lei stessa una imprenditrice, è pertanto consapevole di ciò che significa “mandare avanti il proprio business”, e quindi in grado di capire le esigenze di chi ha un’attività imprenditoriale.

In che modo dunque può essere d’aiuto una AV? Come può trasformare una giornata satura di impegni, in una vivibile giornata di lavoro?

Per esempio, partendo dalle cose più semplici, come organizzare l’archivio dei biglietti da visita! Generalmente, per chi ha un business, il rientro in ufficio dopo giorni di riunioni ed incontri, comporta la copertura della scrivania con i vari biglietti da visita delle persone incontrate. Basta uno scanner per sistemarli…inviandoli ad una VA che provvederà ad inserirli in un database creato appositamente: i contatti saranno sempre aggiornati e la scrivania libera!

Quando le cose da pensare e da fare sono troppe, una conseguenza è sicuramente dimenticarsi delle date importanti (compleanni, anniversari, riunioni, ricorrenze). Una VA può essere il “post-it” parlante, preparando anche biglietti d’auguri, note per i clienti, documenti per gli incontri, ecc.

Un nuovo progetto bolle in pentola e bisogna recuperare informazioni sull’argomento? Una VA può fare ricerche su Internet, coordinarsi con gli altri collaboratori del progetto, contattare persone utili al caso.

Quando la corrispondenza e le email si accumulano, preparare le risposte può impegnare un mare di tempo, soprattutto se non si è veloci con la battitura dei testi…ma se c’è una VA che invece con la digitazione va a nozze, tutto il lavoro può essere svolto in metà tempo.

Spesso un’attività imprenditoriale comporta anche una serie di riunioni/incontri/conferenze da organizzare, da seguire, che tengono impegnati e lontani dall’ufficio. Lavorando con una VA però le  attività quotidiane non si fermano, perché lei può coordinare la logistica degli incontri da pianificare, può occuparsi delle  prenotazioni per le riunioni o conferenze alle quali partecipare, può fare in modo che, al rientro, tutto sia aggiornato, senza arretrati da recuperare.

Un’Assistente Virtuale può dunque fare tante cose e rendere il lavoro quotidiano infinitamente più semplice. Basta una rivoluzione!

The following two tabs change content below.