L’attuale sistema del lavoro è obsoleto. Lo sanno gli scienziati, economisti, psicologi, esperti in comportamento che studiano la scienza della motivazione e che hanno raccolto dati e prove scientifiche che dimostrano che il sistema “il bastone e la carota” non funziona più.

In questo video che condivido, Dan Pink, autore di diversi libri sul management, il lavoro e il business, nonché responsabile capo della redazione dei discorsi dell’ex presidente degli USA Al Gore, illustra come gli incentivi economici offerti per migliorare la performance degli impiegati o manager, in realtà in alcuni casi sortiscono l’effetto contrario.

E’ sorprendente, ma è così: Dan Pink insiste sul fatto che questo sia un punto chiaro per la scienza, ma ignorato dall’attuale sistema aziendale e parla soprattutto dell’Autonomia come grande fattore di motivazione.

In poche parole, i fattori che contano per la motivazione, sono intrinseci e non estrinseci, cioè non dipendono da fattori esterni come potrebbero essere gli incentivi economici, ma interni, e il fatto di poter lavorare in autonomia, è uno dei maggiori elementi che stimolano la motivazione.

Grandi aziende come Google lo sanno, e concedono ai loro ingegneri la possibilità di dedicare il 20% del loro tempo a fare qualcosa in assoluta autonomia. Circa il 50% dei prodotti di maggior successo di Google, come Gmail, Orkut e Google News, sono nati da questo 20% di tempo che le persone hanno potuto dedicare a fare quello che avevano voglia di fare, senza scadenze, senza direttive, in perfetta autonomia.

E’ incredibile, non credi? Soprattutto se pensiamo all’Italia e soprattutto se lo applichiamo al lavoro di segretaria, dove non è raro sentirsi dire “Non la pago per pensare (la pago per eseguire ordini)…”

Un esempio che ho trovato molto interessante è quello di un sistema creato da due consulenti americani e implementato in molte aziende in America, definito ROWE (Results Only Work Environment), che sarebbe l’Ambiente di Lavoro Basato solo sui Risultati. In questo caso, gli impiegati hanno completa autonomia, possono fare il loro lavoro dove vogliono, quando vogliono e come vogliono, ciò che conta sono solo i risultati.

Ho trovato che questo ultimo esempio è applicabile al lavoro di un’Assistente Virtuale: infatti abbiamo la possibilità di lavorare in piena autonomia, e il nostro lavoro è incentrato unicamente sui risultati.

Ti invito a guardare il video di Dan Pink e condividere i tuoi commenti nel box dei commenti.

The following two tabs change content below.
Mary Tomasso
Online Business Manager, imprenditrice seriale, co-founder e titolare di Virtualmente OU, autrice del primo corso in italiano per Assistenti Virtuali e del libro "Cambia Lavoro, Cambia Vita". Fornisco supporto e consulenza a professionisti, imprenditori e aziende che operano online e offline e formo altre persone nel percorso di creazione di una professione indipendente online.