Google Hangout: eventi live gratis

google hangoutAlla fine dell’anno scorso ho frequentato un corso di aggiornamento di VAClassroom su Eventi Virtuali. Avevo già la certificazione di Virtual Events Specialist, ma questo nuovo corso ha un modulo intero dedicato a Google Hangout e mi sembrava indispensabile conoscere questo eccellente strumento.

Sono rimasta affascinata, abbiamo avuto la possibilità di fare un hangout con uno dei massimi esperti di Google Hangout, Ronnie Bincer e mi si è aperto un universo!

Ci sono diversi motivi per cui Google Hangout è uno strumento indispensabile per chiunque lavori online ma anche per chiunque abbia l’esigenza di realizzare un evento di una certa portata e con il quale si possa raggiungere, potenzialmente, tutto il mondo!

Perché usare Google Hangout

Se sei un’Assistente Virtuale, o stai per intraprendere questa professione, o se semplicemente vuoi realizzare un evento dal vivo e raggiungere un vasto pubblico, ecco quali sono i vantaggi di Google Hangout.

  1. E’ di Google. Banale ma assolutamente rilevante. Google possiede attualmente il Social Network più popolato dopo Facebook: in soli due anni Google Plus è arrivato a 540 milioni di utenti. Google possiede Youtube…Google ha associato l’account di Google Plus all’account di Youtube. Non ci sarebbe niente da aggiungere, ma lo dirò chiaramente: quando realizzi un Hangout dal vivo (definito Hangout On Air o HOA), stai realizzando un evento pubblico al quale può partecipare chiunque sia online, e una volta terminato l’evento, viene pubblicato automaticamente su Youtube. Potenziale di visibilità: enorme!
  2. E’ gratis. Questo enorme potenziale è del tutto gratis. Esistono molte piattaforme per realizzare eventi dal vivo, dai webinar ai live streaming, alcune sono gratis, la maggior parte sono a pagamento oppure offrono piani gratuiti con prestazioni limitate. Gli Hangouts di Google sono, almeno al momento, completamente gratuiti. Se ti viene in mente qualche altra piattaforma che offre tanta visibilità a costo zero, fammelo sapere!
  3. E’ video. Ti ricordi “Video killed the radio star?” Il video si è imposto da anni ormai, con televisione e cinema, è inevitabile che diventi anche la star del web. Abbiamo un desiderio viscerale di vedere e sentire altre persone, di comunicare. Con il video puoi esprimere in pochi minuti quello che dovresti altrimenti scrivere in molto più tempo e puoi comunicare in maniera più diretta. Il video ha un valore aggiunto: riescono a trapelare emozioni, linguaggio del corpo: nel video sei tu e questo piace alle persone.

 

Come usare Google Hangout

Penso di dedicare un altro post in futuro, o forse un tutorial, ai dettagli tecnici sull’utilizzo di Google Hangout, ma per darti un’idea, ecco cosa devi fare.

Entra in Google Plus e vai al pannello dei comandi a sinistra, dove ci sono tutti i comandi del Social Network.

google hangouts

Dopo aver selezionato Hangouts, arriverai a questo pannello dove puoi scegliere tra Hangouts on Air o Video Calls. E’ importante che sia un Hangout on Air perché così viene automaticamente trasmesso, registrato e pubblicato su Youtube. Se poi non vuoi renderlo pubblico su Youtube, puoi semplicemente rendere il video privato.

google hangouts

Ora Google ti chiede di dare un nome al tuo Hangout, una descrizione, ti chiede se vuoi iniziarlo subito o dopo, e ti permette di invitare persone o circoli.

Quando clicchi su Share viene creato l’evento e viene pubblicato in Google Plus. Chiunque veda la pubblicazione può accedere all’hangout. Se non vuoi che sia visibile, devi cancellare la pubblicazione in Google Plus, ma tieni presente che se nei pochi secondi prima che tu cancelli la pubblicazione, qualcuno ha fatto click sul link, potrà sempre accedere!

google hangouts

Dopo aver cliccato su Share, ti trovi con questa schermata e devi quindi cliccare su Start

google hangouts

Ora l’hangout è pronto per la trasmissione, e in Google Plus appare un post di questo tipo:

google hangouts

Ci sono ancora un paio di passaggi, che ti mostrerò in maniera più dettagliata in futuro. La cosa interessante è che puoi iniziare l’evento senza che sia live, quindi è molto utile per fare delle prove, oppure per salutare i partecipanti prima di iniziare il vero e proprio evento live che sarà registrato e pubblicato su Youtube.

Ora ti lascio con l’hangout che ho realizzato insieme all’Assistente Virtuale Susanna Vai, lascia pure un commento sul mio canale di Youtube!

Cosa ne pensi: sei d’accordo che il video è la star del web e che gli hangout sono il futuro del video? Fammi sapere cosa ne pensi scrivendo un commento!

A presto, Mary

The following two tabs change content below.

Mary Tomasso

Online Business Manager, imprenditrice seriale, co-founder e titolare di Virtualmente OU, autrice del primo corso in italiano per Assistenti Virtuali e del libro "Cambia Lavoro, Cambia Vita". Fornisco supporto e consulenza a professionisti, imprenditori e aziende che operano online e offline e formo altre persone nel percorso di creazione di una professione indipendente online.