In un mondo sempre più globalizzato, dove l’informazione è a portata di tutti e grazie a Internet è gratuita o comunque accessibile alle masse, penso che sia opportuno rivalutare le specializzazioni in generale.

Se pensiamo ad esempio alla medicina convenzionale occidentale, sappiamo che il livello di specializzazione è tale per cui se a una persona fa male un piede, prima andrà dal medico di famiglia, che la manderà probabilmente da un ortopedico, il quale vedrà che non c’è niente a livello osseo e la manderà forse da un neurologo che vedrà che non c’è niente a livello neurologico e la manderà da un reumatologo e la lista potrebbe continuare con il dermatologo, se il problema è dell’unghia, l’angiologo o flebologo se il problema è di circolazione, e così via…

La medicina tradizionale orientale, invece, considera l’essere umano come un tutto, non come un piede, un’unghia, una vena, etc. Quindi un medico è solitamente in grado di risolvere il problema di un paziente senza fargli fare un’Odissea tra altri specialisti che nel loro livello di specializzazione, perdono di vista il tutto.

Ecco, a questo mi riferisco quando parlo di rivalutare le specializzazioni. Potrebbe succederci la stessa cosa quando qualcuno ci chiede un particolare servizio: dovremo mandarlo da un altro specialista.

Con questo non voglio dire che bisogna specializzarsi in 10 mila cose, che d’altronde sarebbe impossibile e non professionale: nessuno o quasi può fornire contemporaneamente e con altrettanta professionalità e qualità servizi di grafica e di copywriting .

Però se ti occupi di contenuti per un cliente e un giorno ti chiede se puoi creare un’immagine con frase da pubblicare in Facebook, dovresti essere in grado di farlo. Anche se ti chiede di montargli un video o pubblicargli un audio podcast, o creargli una campagna di Facebook Ads. Certamente ci sarà sempre qualcuno più specializzato, che sarà in grado di farlo meglio di te, ma se hai almeno un’idea di come farlo, e se non si richiede un montaggio di video alla Pietro Scalia o la creazione del nuovo logo di Apple, per te sarà un grande vantaggio avere queste competenze.

Io credo che esistano 3 livelli per fare le cose, forse anche di più, se consideriamo le sfumature, ma diciamo che esiste il livello “altamente casareccio“, il livello medio, decente, ma sempre professionale, e il livello altamente professionale. Se per il tuo cliente è sufficiente il livello decentemente professionale, allora decisamente dovresti essere un fornitore di servizi decentemente professionali, acquisendo competenze in diversi campi.

E l’aspetto molto utile di essere “multicompetente” è che nel momento in cui potrai delegare questi servizi, potrai essere un eccellente Project Manager, o meglio Online Business Manager.

A me è successo con un cliente che non aveva un grosso budget a disposizione e aveva deciso di pagare me per dargli supporto nel suo business online, però non poteva pagare un programmatore, un grafico, uno specialista in pubblicità pay-per-click, etc.

Io sono sempre stata una ricercatrice online e una sperimentatrice, ma mai un’improvvisata, ho sempre in grande considerazione gli standard di qualità. Devo dire che l’esperienza con questo cliente è stata una grande palestra, perché ho imparato a fare di tutto, a livelli decenti e presentabili, soprattutto considerando il suo alto livello di esigenza.

Poi è arrivato il momento in cui, contemporaneamente, io non ce la facevo più perché mi occupavo della grafica, del marketing, della parte tecnica del blog, della newsletter, della gestione dei suoi prodotti online e dei suoi programmi di affiliazione, del customer care, e il cliente ha aumentato le sue entrate al punto da potersi permettere un intero team online. A questo punto io sono diventata Manager del suo business online, occupandomi di delegare a specialisti tutti i task di cui mi occupavo prima.

Per me è stato un sollievo, ma ho potuto farlo in maniera efficiente perché sapevo di cosa si trattava. Sapevo perfettamente quanto tempo ci vuole per un aggiornamento di WordPress e tutti i plugin, per rispondere alle email dei clienti, etc., quindi sapevo chi contrattare, chi era sufficientemente serio e specializzato e il mio cliente non rischiava di essere ingannato da improvvisati, che abbondano in Internet!

Ho sempre riconosciuto i miei limiti chiarendo che potevo fare un determinato task, ma non a livello di specialista. Ed è questo un po’ il senso di quello che suggerisco in questo post: cerca di acquisire quante più conoscenze, competenze ed esperienze possibile. Per alcuni clienti andrà più che bene, e quando il loro business crescerà, potrai essere un eccellente Online Business Manager, perché conosci il lavoro a 360°.

Cosa ne pensi? Sei disposto ad acquisire conoscenze a 360° nel web o preferisci specializzarti?

The following two tabs change content below.
Mary Tomasso
Online Business Manager, imprenditrice seriale, co-founder e titolare di Virtualmente OU, autrice del primo corso in italiano per Assistenti Virtuali e del libro "Cambia Lavoro, Cambia Vita". Fornisco supporto e consulenza a professionisti, imprenditori e aziende che operano online e offline e formo altre persone nel percorso di creazione di una professione indipendente online.