Contano ancora i titoli al giorno d’oggi?

attenzione falsi certificatiUn po’ di tempo fa mi sono imbattuta nel sito di una collega Assistente Virtuale di un paese sudamericano (restiamo sul vago…) e ho visto che sfoggia una Certificazione ISO per Assistenti Virtuali.

Ho pensato “Wow, che interessante! Perché non ne ho sentito parlare prima? Voglio certificarmi anche io!”

Così ho iniziato a navigare il sito che offre questa certificazione: Expert Rating –  qui non resto per niente sul vago, perché sento che è un obbligo mettere in guardia! – e ho visto che offre certificazioni di ogni tipo, anche per Coach, per pochi dollari.

Il sistema è così: paghi, hai accesso a materiale di studio, quando sei pronto fai il test online e ti certificano! Facile no?

A quel punto il piccolo Sherlock Holmes che è in me si è messo all’opera e ho trovato diversi articoli di persone che sostengono che si tratta di un imbroglio. In particolare, quello che mi ha convinto è una pubblicazione nel sito Complaints Board, che raccoglie lamentele di consumatori e anche segnalazioni di imbrogli e inganni vari…

In questo sito, viene dimostrato che Expert Rating è un’azienda, o qualcosa del genere…indiana, che il materiale di studio è di qualità scadente, e soprattutto che questo sedicente istituto di certificazione non è assolutamente accreditato.

Sicuramente sono migliaia le persone che sono cadute in questa trappola e mi chiedo perché? E’ davvero così importante avere un titolo tanto che siamo disposti anche a comprarne uno falso?

Io personalmente credo che il sistema di istruzione in generale è cambiato, forse 50 anni fa era importante avere una laurea, un titolo, per differenziarsi e avere maggiori opportunità di inserimento nel mondo del lavoro, ma adesso non credo sia così.

Una frase che mi ha fatto molto riflettere a tal proposito l’ho letta nella pagina di Facebook di Jurgen Klaric, esperto in Neuromarketing e Neuroinnovazione. La frase dice:

“L’informazione è potere” Bill Gates – 1998. ERRORE! Ora non è più così. Con Internet l’informazione abbonda, quello che manca è la velocità per comprenderla e implementarla.

Secondo me nei tempi in cui viviamo, non contano più i titoli, perché ora l’informazione, e quindi la cultura, è a portata di tutti, quello che fa la differenza è cosa ognuno di noi è in grado di fare con questa valanga di informazioni che sono a disposizione.

Sono numerosi gli esempi di grandi personaggi che hanno in un certo senso cambiato la storia, che hanno lasciato un’impronta su questo pianeta, che non sono andate oltre gli studi superiori, e in alcuni casi neanche quello! Mi viene in mente Steve Jobs, per esempio, che nel suo famoso discorso a Stanford, racconta quanto sia stato fondamentale nella sua vita non finire gli studi, non conseguire un titolo. Se non hai visto il discorso di Steve Jobs a Stanford, ecco il video:


 Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi tu: secondo te è più importante il titolo o avere le competenze ?

The following two tabs change content below.

Mary Tomasso

Online Business Manager, imprenditrice seriale, co-founder e titolare di Virtualmente OU, autrice del primo corso in italiano per Assistenti Virtuali e del libro "Cambia Lavoro, Cambia Vita". Fornisco supporto e consulenza a professionisti, imprenditori e aziende che operano online e offline e formo altre persone nel percorso di creazione di una professione indipendente online.