Ecco perché un’Assistente Virtuale è una Online Business Manager

online business manager

Il termine Assistente Virtuale senza dubbio non rende giustizia a quello che è effettivamente il lavoro di una professionista che gestisce a volte integralmente il business dei suoi clienti.

In inglese non c’è tanto mistero intorno alla figura della Virtual Assistant: si sa che è una professionista multitasking, con una vasta conoscenza del mondo online, in grado di occuparsi di diverse attività in maniera autonoma.

In italiano si associa ancora la figura dell’Assistente Virtuale a quella della segretaria, nella migliore delle ipotesi, quando non si pensa a Siri e altri software per smartphone.

Il problema risiede, secondo me, nella mentalità. Forse c’è ancora troppo la tendenza da parte degli imprenditori di voler avere il controllo assoluto delle attività che si realizzano, forse è una mancanza di fiducia, oppure si tratta della cosiddetta “Sindrome di Superman”, cioè quella convinzione di poter fare tutto tipica dei workaholics.

Qualunque sia la motivazione, bisogna superare questi vecchi schemi e rendersi conto che i tempi sono cambiati. Ora è tutto più rapido, non si può più lavorare o gestire un’azienda come lo si faceva dieci anni fa.

Il successo eclatante di 4 Ore alla Settimana di Tim Ferriss è la dimostrazione pratica di come siano cambiati i tempi: le persone sono alla ricerca di uno stile di vita in cui si lavora meno e si guadagna di più, e ciò è possibile. Anche se io ho espresso alcune rimostranze sul best-seller di Tim Ferriss nel post 4 Ore alla Settimana: quello che Tim Ferris non ti ha detto, non c’è dubbio che lavorare meno sia possibile, basta semplicemente imparare come ottimizzare il lavoro, e delegare è uno dei primi passi per farlo.

Pensare di avere una Online Business Manager piuttosto che un’Assistente Virtuale, cambia le carte in tavola. Una Manager gestisce un business, proprio come questa mia cliente scrive nel suo testimonial pubblicato sul sito virtualandco.net.

testimonial-online-business-manager

Quali sono le differenze tra un’Assistente Virtuale e una Online Business Manager?

In termini pratici, non molte, perché moltissime Assistenti Virtuali ricoprono effettivamente il ruolo di Online Business Manager, quindi vedremo alcune delle differenze tra quella che è la percezione della figura di un’assistente, che sia virtuale o che lavori fisicamente presso un’azienda, e una Online Business Manager, che può gestire un business online oppure un’attività offline, ma in maniera remota.

  • L’Assistente esegue, la Manager gestisce, il che spesso implica decidere in piena autonomia.
  • L’Assistente svolge dei compiti, la Manager gestisce progetti.
  • L’Assistente fa da intermediaria con altre persone di un’azienda, la Manager coordina team di lavoro.
  • L’Assistente lavora in una determinata fascia oraria, la Online Business Manager lavora sui risultati, indipendentemente da quando, dove e come.

Questo ultimo punto è fondamentale per comprendere la differenza, perché in realtà  chi contratta una persona o un servizio, non dovrebbe essere interessato a quanto tempo ci mette, quando lo fa, se lo fa in ufficio o da casa, ma dovrebbe essere solo interessato al risultato finale.

E anche questo sarebbe un importante cambio di mentalità: non più avere l’assistente nell’ufficio accanto, per assicurarsi che sia lì a disposizione, ma prefiggersi degli obiettivi imprenditoriali precisi e contrattare qualcuno per realizzarli.

Al di là della parola utilizzata, è importante comprendere che una professionista di questo tipo, una Online Business Manager, è in grado di gestire un business, perché ha la necessaria esperienza ed expertise, che le viene da formazione specifica e dalla pratica sul campo.

Delegare ad una Online Business Manager permetterà di risparmiare tempo e anche denaro. Non potrei insistere sufficientemente sul fatto che se un Manager o Imprenditore trascorre 2 ore al giorno per rispondere alle email, o per altre attività di natura amministrativa, sta praticamente perdendo soldi. Perché? E’ molto semplice e lo spiega anche Tim Ferriss: un imprenditore dovrebbe poter quantificare quanto guadagna in un’ora. Se ad esempio il guadagno di un imprenditore, o libero professionista, è di 100€ all’ora, e passa due ore al giorno a rispondere alle email, vuol dire che sta pagando 200€ per rispondere alle email!

Vista così, l’opzione outsourcing acquista tutta un’altra prospettiva, vero?

The following two tabs change content below.
Mary Tomasso
Online Business Manager, imprenditrice seriale, co-founder e titolare di Virtualmente OU, autrice del primo corso in italiano per Assistenti Virtuali e del libro "Cambia Lavoro, Cambia Vita". Fornisco supporto e consulenza a professionisti, imprenditori e aziende che operano online e offline e formo altre persone nel percorso di creazione di una professione indipendente online.